Tavola 3 relazione tecnica descrittiva

Vincenzo Mauro Cannizzo. I lavori in progetto, consistono nella realizzazione di due varianti al metanodotto esistente denominato Derivazione per Marostica DN 6nel territorio del Comune di Bassano del Grappa VIin localit San Giovanni. I lavori sono necessari per migliorare le condizioni di sicurezza della tubazione ed eliminare i tratti di condotta aerea in corrispondenza degli attraversamenti dei corsi dacqua denominati Canale delle Nove e Canale Unico 2.

Con questi interventi verr adeguata alla vigente normativa lesistente condotta di trasporto gas metano e sar notevolmente migliorato il grado di sicurezza dellintera tubazione. Le varianti saranno realizzate secondo le specifiche riportate nel D. Foglio Metanodotto: DER.

Dettaglio gara

Il gasdotto costituito da tubazioni interrate corredate dai relativi accessori, quali: piantane e armadietti per apparecchiature di controllo della protezione catodica; tubi di sfiato, cartelli segnalatori, ecc. I manufatti fuori terra sono generalmente delle aree recintate per il contenimento delle apparecchiature di intercettazione valvole di linea, punti di stacco e punti di consegna ; Tali aree, ubicate in luoghi accessibili con i mezzi del personale addetto alla manutenzione, sono normalmente costituite da una recinzione in pannelli di grigliato metallico collocata su un cordolo in calcestruzzo.

Questi impianti hanno dimensioni variabili in base alla tipologia ed al numero delle valvole dintercettazione da installare. Altri manufatti, quando necessari, servono per la protezione della tubazione e dei terreni circostanti. Nelle varianti in esame non sono previsti manufatti fuori terra.

Lo studio del tracciato delle varianti, inizia con lesame della rete di metanodotti esistenti su una base cartografica a grande scala e con lindividuazione geografica dei punti di interferenza. Lanalisi delle caratteristiche tecniche della rete, quali, diametro delle tubazioni, portata, pressione di esercizio, presenza di punti di stacco esistenti, conduce alla definizione della variante.

La linea individuata tiene conto delle infrastrutture presenti sul territorio e dei vincoli costruttivi tipici di un metanodotto di piccolo diametro. Lintero tracciato di progetto stato definito nel rispetto di quanto disposto dal D.

Nella definizione del progetto, sono perci analizzate e studiate tutte le situazioni particolari, siano esse di origine naturale oppure di natura antropica, che potrebbero rappresentare delle criticit, sia per la realizzazione e la successiva gestione dellopera, sia per lambiente in cui la stessa sinserisce. La scelta della posizione dei nuovi attraversamenti stata condizionata dalla presenza di infrastrutture sul territorio e dalla necessit di realizzare le varianti mantenendo in esercizio il metanodotto esistente, durante le varie fasi di cantiere.

La posizione proposta, risulta essere quella meno invasiva, in quanto i nuovi attraversamenti sono collocati nelle vicinanze degli attraversamenti esistenti. Dal punto di vista morfologico non vi sono ostacoli particolari riguardo alla posizione scelta e neanche dallesame del Piano Regolatore emergono vincoli particolari o elementi di impedimento. La costruzione ed il mantenimento di un metanodotto sui fondi altrui, devono essere preceduti e sono legittimati dalla costituzione di una servit non aedificandi.

La distanza minima dellasse del gasdotto dai fabbricati, misurata orizzontalmente ed in senso ortogonale allasse della condotta, si ricava dal D. Per il metanodotto in oggetto prevista una fascia dasservimento di 23,00 m.

Nei tratti in cui la condotta viene collocata allinterno di un tubo di protezione metallico o un cunicolo in cls, la fascia dasservimento prevista di 8,00 m.

tavola 3 relazione tecnica descrittiva

Per garantire nel tempo il rispetto della sopra citata distanza, Snam Rete Gas procede alla costituzione consensuale di servit di metanodotto, consistente nellimpegno della propriet a non costruire a fronte dindennit monetaria, lasciando inalterate le possibilit di utilizzo agricolo dei fondi asserviti servit non aedificandi.

Nel caso in cui non si raggiunga, con i proprietari dei fondi, laccordo bonario, si procede alla richiesta di imposizione coattiva di servit, eventualmente preceduta dalloccupazione durgenza, delle aree necessarie alla realizzazione delle opere.

tavola 3 relazione tecnica descrittiva

La variante in progetto inizia allinterno di unarea coltivata a prato, compresa tra la sponda destra del Torrente Longhella e il Canale Unico Due. Dopo il punto iniziale, la condotta in progetto prosegue dritta per alcuni metri dopodich devia verso sinistra con una curva a 60 e continua con andamento rettilineo per circa 7 metri. Pi avanti la tubazione in progetto piega nuovamente verso sinistra con una curva a 60 e continua in parallelismo con il Canale Unico Due in direzione sudovest per circa 17 metri.

A questo punto la condotta in progetto devia verso destra con una curva a 90 ed attraversa il corso dacqua Canale unico Due alla profondit di 2,50 metri. Oltrepassato il corso dacqua la tubazione in progetto devia verso destra con un curva a 90 e prosegue dritta per circa 5 metri. Subito dop o la condotta piega leggermente verso sinistra e continua in direzione della Chiesetta di S. Giovanni Nepomuceno.

Dopo circa 7 metri il metanodotto in progetto devia verso sinistra con una curva a 90 e si collega alla tubazione esistente DN 6. Nel tratto finale della variante, la condotta verr protetta meccanicamente per mezzo di un cunicolo in cls. Il tratto di metanodotto esistente, compreso tra linizio e la fine della variante, verr posto fuori esercizio e recuperato dopo aver realizzato il collegamento della nuova tubazione.

La variante in progetto inizia allinterno di unarea coltivata a prato, compresa tra la sponda sinistra del Torrente Longhella e il viadotto della Strada Provinciale n.To browse Academia. Skip to main content. Log In Sign Up. Download Free ODT. Download Free PDF. Stefania Merlino.

tavola 3 relazione tecnica descrittiva

Download PDF. A short summary of this paper. Una committenza Adimari assegnerebbe, ovviamente, alla tavola una datazione ante Nonostante i dubbi ancora aperti sulla committenza, resta il fatto che il dipinto appare con evidenza, per le sue dimensioni e la sua struttura, destinato alla devozione domestica. Il cuscino poggia su un pavimento che suggerisce un motivo di piastrelle in maiolica colorata. L'opera colpisce, a una lettura approfondita, per la serie continua di rimandi colti, sia iconografici che estetici, che attestano forse la committenza per cui era stata realizzata cui l'artista sembra parlare attraverso sottili artifici.

In questa direzione si situa anche la presenza del drappo su cui poggia, un rimando al sudario, ma anche al velo liturgico di tradizione bizantina, che sottolinea l'essenza eucaristica del Dio infante.

All'inizio tali scelte iconografiche erano legate al ruolo della Chiesa simboleggiata dalla Vergineche gli ordini mendicanti volevano umile e al livello della gente. L'enigma di queste iscrizioni ha attirato spesso l'attenzione degli studiosi: si rintracciano infatti spesso nella produzione di Gentile del periodo fiorentino sia come decorazione delle vesti, sia come motivo ornamentale delle aureole Adorazione dei Magi, polittico Quaratesi.

Esistono comunque altri casi nella pittura italiana, sia prima di Gentile si vedano gli esempi di Giotto nella Madonna di San Giorgio alla Costa, nella Croce di Santa Maria Novella e nella Madonna di Ognissanti che in opere a lui contemporanee si veda l'aureola della Madonna del trittico di San Giovenale di Masaccio.

La sopravvivenza di illustri testimonianze di questo tipo di decorazioni, cronologicamente precedenti a Gentile, mette in dubbio una troppa stretta relazione con le vicende storiche ed economiche della Firenze del periodo come invece vorrebbe Auld Nel caso di decorazioni di stoffe, poi, va sempre considerata l'importanza dei tessuti serici orientali in cui pervenivano avvolte le reliquie: il contatto con il frammento sacro, secondo la tradizione religiosa, santificava anche il contenitore elevandolo a reliquia di seconda classe.

Contestualizzate in questo ambito dell'imitazione da altri oggetti, le scritte cufiche hanno tutto il diritto di non significare niente, in quanto la loro trasposizione da parte di chi non conosceva l'originale alfabeto arabo, si limitava a un utilizzo di elementi rivissuti e riproposti come decoro colto.

Nel museo Fitzwilliam di Cambridge pubblicata dallo Hunter 3.Infine, si schematizzano dettagliatamente le lavorazioni previste in progetto. Piante e sezioni di progetto, pianta delle demolizioni e nuove edificazioni e quadro di sintesi delle nuove consistenze.

In questo modo ogni elaborato tavola, tabella, relazione, ecc. A titolo esplicativo ecco alcuni esempi di descrizioni che potrebbero essere riportate in relazione:. In questo video Chiara ci mostra come ottenere in maniera automatica dal progetto la relazione architettonica, utilizzando un software di progettazione architettonica BIM.

Buon lavoro. Stampa articolo PDF. Condividi questo articolo. Condividi su Facebook. Condividi su Twitter. Share on WhatsApp. Condividi su LinkedIn. Condividi attraverso Mail. Prova gratis Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM. Scarica Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM. Come progettare un centro estetico video. Come progettare una casa per studenti video.

Progetto di una ludoteca video. Come realizzare un progetto di cantina vinicola. Come valorizzare la presentazione di un progetto di uno spazio aperto.

Molto interessante! ACCA software S. Seguici sui nostri Social. Scarica il modello 3D BIM file.Slideshare uses cookies to improve functionality and performance, and to provide you with relevant advertising.

If you continue browsing the site, you agree to the use of cookies on this website. See our User Agreement and Privacy Policy. See our Privacy Policy and User Agreement for details. Published on Sep 22, Breve vademecum operativo della procedura domiciliata in dogana. SlideShare Explore Search You. Submit Search. Home Explore. Successfully reported this slideshow. We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads.

You can change your ad preferences anytime. La procedura domiciliata in dogana - breve vademecum operativo. Upcoming SlideShare.

Like this presentation? Why not share! L'origine delle merci by asddadmin views L'accertamento doganale Dott. Embed Size px. Start on. Show related SlideShares at end. WordPress Shortcode. Published in: Law. Full Name Comment goes here. Are you sure you want to Yes No.Infine, si schematizzano dettagliatamente le lavorazioni previste in progetto.

Piante e sezioni di progetto, pianta delle demolizioni e nuove edificazioni e quadro di sintesi delle nuove consistenze. In questo modo ogni elaborato tavola, tabella, relazione, ecc. A titolo esplicativo ecco alcuni esempi di descrizioni che potrebbero essere riportate in relazione:. In questo video Chiara ci mostra come ottenere in maniera automatica dal progetto la relazione architettonica, utilizzando un software di progettazione architettonica BIM.

Buon lavoro. Stampa articolo PDF. Condividi questo articolo. Condividi su Facebook. Condividi su Twitter. Share on WhatsApp. Condividi su LinkedIn. Condividi attraverso Mail. Prova gratis Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM. Scarica Edificius, il software per la progettazione architettonica BIM. Come progettare un ufficio, la guida pratica. La guida tecnica alla progettazione di un chiosco bar.

Relazione Descrittiva Ma

Come progettare un soggiorno video. Come usare il video editing nella presentazione del progetto architettonico. I materiali, le texture ed il mapping: strumenti indispensabili per i rendering fotorealistici. Molto interessante! ACCA software S. Seguici sui nostri Social. Scarica il modello 3D BIM file.Il punto viene indicato con una lettera maiuscola dell'alfabeto. Le sue proiezioni sui due piani P.

Queste sue due proiezioni sono sempre allineate secondo una retta, detta " retta di richiamo ". Per definire con esattezza la posizione di un punto nello spazio sono necessarie entrambe le sue proiezioni: la proiezione sul P.

O si trova sotto la linea di terra, mentre la sua seconda proiezione sul P. V si trova al di sopra. O si trova sopra la linea di terra, come pure la sua seconda proiezione sul P. O si trova sopra la linea di terra, mentre la sua seconda proiezione sul P. V si trova al di sotto.

O si trova sotto la linea di terra, come pure la sua seconda proiezione sul P. Visualizzando il file qui di seguito riportato, troverete la spiegazione di come si rappresenta, in proiezioni ortogonali, un punto anche sul terzo piano di proiezione P. La retta viene indicata con una lettera minuscola dell'alfabeto. Viene rappresentata, in proiezioni ortogonali, attraverso le sue proiezioni e le sue " tracce ", che sono i punti in cui essa incontra i piani di proiezione.

Dettaglio gara

Nel primo caso basta condurre le perpendicolari da T1 e T2 alla linea di terra, determinando T"1 e T'2. Congiungendo T"1 con T2 e T'2 con T1 si ottengono le proiezioni r" ed r' della retta. Nel secondo casoinvece, T1 e T2 sono ottenute prolungando le due proiezioni r" ed r' fino ad incontrare la linea di terra. Il prolungamento della seconda proiezione determina T"1, mentre il prulungamento della prima determina T'2. Conducendo da T"1 e T'2 le perpendicolari alla linea di terra fino ad incontrare le proiezioni r" ed r' della retta, ecco che si trovano le due tracce T1 e T2.

O sotto la linea di terra, mentre la sua seconda proiezione sul P. O sopra la linea di terra, come pure la sua seconda proiezione sul P. O sopra la linea di terra, mentre la sua seconda proiezione sul P.Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated. Its aim is to give visibility to the University's scholarly content and learning material. Show full item record. Favelli, Flavio.

Rossi, Valentina. The project was created for an international competition promoted in by SEA, the company which manages Milan airport system. Specifically, the commission envisions a highly aesthetic space that is going to virtually represent the access door to the city of Milan.

Flavio Favelli presents Crystal Garden, a full-scale artwork which reproduces many features of the collective imaginary of Milan, while reminding at the same time Paxton's Crystal Palace. The reference to the architecture of London stems both from the project's title and from the materials that were to be used, such as the iron of old-aged gates and the glass thermoshell of the internal side.

As declared by the artist itself, his architectural model is the aviary, which actually becomes a cage built with high-tech materials, which enables many and various activities.

The complexity of the documents donated to MoRE portrays a careful planning and a thorough working method, showing also the relationship between the artists and the commissioner.

Favelli's project presents many characteristic features of his body of work, which is able to succesfully combine the present with the past; here, the artist employs purposefully a futuristic approach through the usage of high- tech materials that opposes the recourse to found materials as well as to practices and modalities of appropriation.

The project was not admitted to the second phase of the competition.


thoughts on “Tavola 3 relazione tecnica descrittiva”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *